Blog

Laghetti di Marinello: una lingua di sabbia tra natura e leggenda.

Quando viaggi tra le bellezze della Sicilia, alla ricerca di un angolo di paradiso in cui distenderti a prendere il sole, è davvero difficile scegliere la spiaggia ideale. Hai solo l’imbarazzo della scelta!

È per questo che abbiamo scelto di darti qualche consiglio…

Ti portiamo dunque in provincia di Messina, e più precisamente ai laghetti di Marinello. Una lunga lingua di sabbia fine che forma una piccola penisola, segnando il confine tra il lago e il mare. Una vera e propria piscina naturale di acqua salmastra in cui tuffarsi, all’ombra del promontorio di Tindari.

Pare che questa singolare formazione lagunare sia nata tra il 1865 e il 1895, come conseguenza di particolari processi tettonici e di condizioni meteo-marine presenti lungo questa fascia di costa. Oggi fa parte della “Riserva Naturale Orientata Laghetti di Marinello”, gestita dalla Provincia Regionale di Messina.

A vegliare dall’alto sul meraviglioso specchio d’acqua, il Santuario della Madonna Nera con le sue diverse leggenda. La più nota racconta di una donna che perse suo figlio in acqua mentre stava adorando la Madonna di Tindari. Quest’ultima, per aiutarla a recuperare il bambino tra le onde, fece miracolosamente ritirare il mare. La presenza dei laghi ne sarebbe la prova.

Della Riserva fa parte anche la Grotta di Donna Villa, un’incantevole cavità naturale difficilmente raggiungibile in quanto a strapiombo sul mare. Un’antica leggenda narra che vi abitasse una maga capace di incantare i marinai e di attirarli a sé per divorarli. Nei rari casi in cui la preda riusciva a scappare dalle sue grinfie, la maga sfogava la rabbia graffiando, con le dita e con una forza inaudita, le pareti della grotta.

Una volta goduta la tua giornata di mare, se hai ancora tempo a disposizione, ti consigliamo di andare a vedere anche il Teatro Grego di Tindari, a soli 9 km di distanza.

Come arrivare: da Messina, percorri la E90 fino allo svincolo per Falcone, prosegui per circa 4 km superando Oliveri e Marinello, segui infine le indicazioni per la spiaggi.

Tipologia: sabbia.

Ingresso: libero con presenza di lidi.

Ideale per: famiglie e giovani.