Blog

La festa dell’Immacolata in Sicilia: l’inaugurazione delle festività natalizie

Manca davvero poco all’8 dicembre, data in cui si celebra la Festa dell’Immacolata.

La Festa dell’Immacolata in Sicilia rappresenta la vera e propria inaugurazione delle festività natalizie!

Da panifici e pasticcerie si inizia a sentire l’odore dei dolci tipici siciliani, le strade si riempiono di luci e decorazioni natalizie di ogni genere e i cittadini sono già alla ricerca delle migliori idee regalo per amici e parenti.

Ma quali sono i piatti natalizi tipici della tradizione siciliana?

Iniziamo dal soffice e delizioso sfincione: un antipasto di origine palermitana che – per forma e gusto – si potrebbe paragonare ad una via di mezzo tra il pane e la focaccia.

Condito con diversi ingredienti – come salsa di pomodoro, olio d’oliva, acciughe e caciocavallo – lo sfincione si caratterizza per la base lievemente croccante dal sapore irresistibile.

Continuiamo – poi – con un piatto che, secondo tradizione, rappresenta un “porta fortuna”: il baccalà fritto.

Immancabile nelle tavole dei siciliani, il baccalà fritto – originario di Nizza di Sicilia – viene dissalato almeno 48 ore prima, tagliato a pezzetti e spellato. Dorato e croccante, si lascia in genere accompagnare da qualche spicchio di limone.

Per quello che concerne i dolci – invece – molto famoso è il buccellato: un dolce tradizionale siciliano che – molto tempo fa, durante il periodo natalizio – veniva anche utilizzato come centrotavola, per poi essere consumato a fine pasto.

Il nome tipico si deve alla storpiatura tra la “buccella”, pane a ciambella distribuito – in epoca romana – durante gli spettacoli in arena ed il personaggio che la distribuiva (“buccellarium”).

Il buccellato – infatti – è un delizioso dolce di pasta frolla a forma di ciambella, farcito con mandorle, fichi oppure gocce di cioccolato.

Vi abbiamo già fatto venire fame, non è vero?

State tranquilli, la Festa dell’Immacolata è sempre più vicina!